ortale di informazione e promozione
Loading...

La Gastronomia


La gastronomia pantesca subisce le influenze e raccoglie gli apporti dei vari popoli che hanno dominato l'isola. Altro elemento che caratterizza la cucina pantesca è la bontà degli ingredienti senza dubbio esaltata dalle erbe utilizzate: a Pantelleria ognuna di esse, dal basilico al prezzemolo, dal rosmarino all'origano, hanno un profumo unico ed una fragranza particolare ed intensissima frutto del meraviglioso clima e delle peculiarità dei terreni.

Tra i primi piatti sono assolutamente da gustare i Ravioli amari con il loro delicato ripieno di ricotta e foglie di menta finemente tritate. Carattere di piatto unico, di lunga e laboriosa realizzazione, ha invece il Couscous, di chiara origine africana. Tra i contorni sono da ricordare la Sciakisciuka, caponata calda di verdure, e la Cuccurummà con le saporitissime zucchine locali. E ancora le insalate con capperi, origano e tumma, il fresco formaggio locale.

In particolare, per utilizzare i capperi nelle varie preparazioni in cucina non sono necessari procedimenti particolari: è sufficiente lavarli con acqua corrente e, se si desiderano meno salati, lasciarli riposare in una ciotola colma d'acqua per circa un'ora. Altro condimento utilizzato sia per condire la pasta che accompagnare i pesci arrostiti o le carni lessate è il pesto pantesco, a base di pomodoro crudo, olio d'oliva, aglio, basilico e peperoncino.

Tra i dolci segnaliamo:
-il cannateddro, tradizionale dolce pasquale di origine orientale;
-i mustazzola, sfoglie ripiene di un impasto di semola, miele o vino cotto, cannella, scorza d'arancia candita ed altre spezie, di tradizione araba;
-i ravioli duci ripieni di ricotta zuccherata;
-gli sfinci, specie di frittelle ricoperte di miele;
-i cassateddri, a base di farina e sugna, ripiene di ricotta zuccherata arricchita da piccoli pezzi di cioccolata e cannella.