ortale di informazione e promozione
Loading...

Il Mare e la Montagna


Numerosissime sono le possibilità di soste balneari lungo la costa. Karuscia, Campobello, Kattibuali, cala Cinque Denti, il Laghetto delle Ondine, cala Tramontana, il Faraglione, le vie naturali di Cala Levante, Gadir, Sataria e Scauri. Da non perdere l'Arco dell' Elefante, vero e proprio monumento naturale dell'isola. Si continua con cala Rotonda, Balata dei Turchi, dove è ubicata l'antichissima cava di ossidiana, e ancora Suvaki e Punta Fram, Mursia e cala del Bue Marino.

Da non perdere assolutamente il giro dell'isola in barca; la costa si apre in piccole calette, anfratti, grotte suggestive le cui acque limpide e pulite assumono sfumature e tonalità diversissime. Nonostante l'isola sia spesso definita la perla nera del Mediterraneo è ricca di verde lussureggiante, il cuore dell'isola è il parco naturale della Montagna Grande dove crescono rigogliose più di 600 specie botaniche.

Da visitare:
la Grotta dei Briganti, un'ampia cavità dalla temperatura mite scelta in passato come rifugio proprio dai "fuorilegge";
il Salto della Vecchia incredibile strapiombo sul mare che offre un panorama che toglie il fiato;
il giardino dell'isola, la Piana di Ghirlanda, situata nella zona orientale dell'isola;
Gli antichi Sentieri (da percorrere a piedi) che attraversano tutta l'isola per decine di chilometri;
le undici contrade contadine disseminate su tutto il territorio tra esse Khamma, Rekhale, Gadir, Bukkuram, Bugeber;
la Grotta del Freddo di contrada Bukkuram presso la quale da una fenditura esce una corrente di aria fredda;
e ancora Monte Gibele antico vulcano ormai spento e la Favara Grande, un getto molto potente di vapore acqueo che fuoriesce, bollente, dal terreno.