ortale di informazione e promozione
Loading...

Archeologia


Numerose sono le testimonianze archeologiche rinvenute nei fondali dell'isola di Pantelleria che testimoniano l'importanza commerciale, dovuta alla sua posizione geografica al centro del Mediterraneo, che l'isola ha avuto negli anni. Uno dei più importanti siti archeologici subacquei è Cala Gadir dove sono stati rinvenuti diversi reperti riconducibili all'epoca Punico-Romana, nella stessa area sono stati individuati i frammenti di due relitti risalenti uno alla fine del III - inizio II sec. a.C. e l'altro alla fine II - inizio I sec. a.C. Un altro importante sito archeologico si trova nella zona del porto di Scauri (nella parte sud-occidentale dell'isola) dove sono stati ritrovati i resti di un relitto, risalente al VII-VIII sec a.C. ( Epoca Tardo Antica), e sul fondo numerose ceramiche e oggetti di uso quotidiano (piatti, scodelle). Nel tratto di mare davanti località Arenella, invece diversi sono stati i ritrovamenti di epoca Tardo Imperiale Romana soprattutto ceramiche ed anfore cilindriche. Rivolgendosi ai diving autorizzati qualunque subacqueo in possesso di brevetto potrà visitare parte dei siti archeologici presenti sui fondali dell'isola, i ritrovamenti portati alla luce sono custoditi nelle stanze del Castello che si trova al centro del paese.

Tanti sono anche i siti e i reperti trovati sulla terraferma, tutti i popoli che nel tempo si sono succeduti, Sesioti, Fenici, Romani, Arabi, Spagnoli hanno lasciato incredibili testimonianze della loro vita sull'isola. Il Parco Archeologico di Pantelleria è articolato in quattro settori principali: l'acropoli di San Marco, il santuario punico-romano del lago di Venere, l'insediamento tardo-romano di Scauri e il villaggio preistorico di Mursia. L'acropoli di San Marco, posta su una collina che domina una vasta area di mare e di terraferma è la testimonianza delle dominazioni Fenicia prima e Romana poi, tutto intorno cisterne di costruzioni diverse: a forma di campana di origine punica, più a volta quelle romane. Proprio all'interno di due di queste cisterne sono stati ritrovati, in perfetto stato di conservazione, tre ritratti imperiali. Due, rinvenuti all'interno di una stessa cisterna che raffigurano Giulio Cesare e Agrippina Minore, il terzo, ritrovato in una cisterna diversa, è un ritratto dell'imperatore Tito. Nella Parte Nord dell'Isola è possibile visitare il sito archeologico del Lago di Venere, che comprende un grande santuario, dedicato alla dea della fertilità, la cui prima costruzione è da far risalire all' epoca punica. Sono comunque visibili rifacimenti di età ellenistico - romana che hanno consacrato il santuario alla dea Venere. L'insediamento tardo-romano di Scauri è uno dei siti archeologici tra i più suggestivi dove, oltre ai ritrovamenti subacquei, è stato rinvenuto un intero villaggio di pescatori. Gli scavi, hanno portato alla luce ambienti e strutture di servizio, come cisterne e grandi vasche dove venivano lavorati i prodotti locali; nonché numerosi oggetti di uso quotidiano, vasellame in ceramica ed oggetti di conservazione del cibo in vetro.

L'ultimo grande sito archeologico è il villaggio fortificato di Mursia, riconducibile all'Età del Bronzo, è ubicato nella costa Nord-Occidentale dell'isola, nel villaggio rimangono i resti di capanne circolari dotate di macine e bacini per la raccolta dell'acqua; adiacente al villaggio c'è la necropoli, la città dei morti, dove è possibile visitare i Sesi (ne sono stati ritrovati più di quaranta); si tratta di tombe costruite in pietra a forma spirale crescenti verso l'alto. Sul territorio di Pantelleria sono inoltre presenti diversi sepolcreti ricavati scavando nella roccia, che risalgono ad un periodo che va dal VI al IX secolo d.C, tra i più grandi si ricordano quello in Contrada Zighidì e quelli sulla strada che collega la piana di Ghirlanda con la contrada Serraglia, detti 'i Giubbiuna'. Pantelleria è dunque un grande museo il cui patrimonio archeologico, ricco e vario, è accessibile a tutti, la visita ai siti archeologici è gratuita e consentirà di scoprire caratteristiche e storia delle civiltà che l'hanno conquistata e vissuta.